I sentieri principali per raggiungere il rifugio sono:

Il N° 8 che parte dal parcheggio di Sasso, è quello più semplice e meno faticoso, percorribile senza alcuna difficoltà è accessibile a tutti. circa 2 ore e ½.

Il sentiero N° 7 che parte da S. Antonio, (vicino all'Hotel Panorama) è più faticoso in quanto molto più ripido del n° 8, consigliato ad alpinisti esperti. circa 3 ore.

L’Alta via di Fleres (Obernberg-Asta) è uno stupendo sentiero, abbastanza impegnativo per cui consigliato ad alpinisti esperti. Dal casale Asta seguire una vecchia strada militare (n° 32) fino alla Forcella di Porto (2110 m), da qui proseguire sul sentiero n° 32a. Nonostante alcuni punti un po’ esposti e passaggi abbastanza impegnativi, è facilmente percorribile, poiché in occasione dell’allestimento della Alta Via “Tirolerhöhenweg” è stata attrezzata molto bene con spezzoni di corde di acciaio per potersi assicurare.
Si raccomanda di attraversare il nevaio nei pressi dell’incrocio dei sentieri 7 e 32a , scendendo e risalendo senza attraversare direttamente sulla neve.
Al momento si presenta un problema nei pressi del ghiaione proprio ai piedi del Tribulaun, ad una mezzora dal rifugio, dove si è formato a causa delle alluvioni degli ultimi anni un profondo canalone. Il problema è superabile scendendo un centinaio di metri attraversando il canalone più in basso per poi risalire sul sentiero normale. Dal casale di Asta al rifugio sono circa 6 ore di cammino.

Gschnitztal Austria
La Valle di Gschnitz si prende svoltando a sinista all’uscita dell’abitato di Steinach,.dalla statale che da Brennero porta ad Innsbruck. Si percorre tutta la valle, per arrivare nei pressi dell’albergo Feuerstein. Qui è possibile parcheggiare la macchina ed avviarsi a piedi (sent. 37-127) per raggiungere la Tribulaunhaus, 2054 m. (il rifugio Tribulaun Austriaco). Da questo rifugio vi sono ancora circa 1 ora e mezzo di cammino (sent. 130) per arrivare alla Forcella di Fleres 2599 m. e raggiungere il Rifugio Calciati 2369 m. in circa mezzora di discesa.
Una alternativa è quella di risalire il ghiaione dal rifugio austriaco (sent. 128) fino alla Forcella Nevosa 2642 m, da qui scendere e percorrere la Via Alta di Fleres (sent. 32 – 32a) fino al Rifugio Calciati. (3 h).
Non consigliabile in caso di brutto tempo o in presenza di nebbia!

Attraversata dal Rifugio Cremona- Parete Bianca

5a tappa della Via Alta "Tiroler Höhenweg"

stampa stampa questa pagina